menu

HACCP

Assistenza HACCP Certenv

Rivolta a tutti gli esercizi commerciali ove si manipolano alimenti in maniera diretta (preparazione in cucina o laboratorio) ed indiretta (somministrazione senza preparazione) nell’adeguamento ai requisiti previsti dal Reg. CE 852/2004 in materia di igiene e sicurezza degli alimenti. Certenv consulenza haccp opera sia sul territorio di Palermo ma copre con i suoi servizi anche la Sicilia e la gran parte del territorio nazionale.

Autocontrollo HACCP di Certenv

L’autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello siano coinvolti nella filiera della produzione alimentare.

Consulenza haccp

Secondo il suddetto Regolamento 852/2004, infatti, tutti gli operatori della filiera alimentare (bar, pasticcerie, pizzerie, ristoranti, panifici, supermercati, mense scolastiche ed ospedaliere, ecc.) hanno l’obbligo di predisporre ed applicare un Piano di Autocontrollo igienico-sanitario volto a dimostrare che l’azienda opera in modo da garantire la salubrità del prodotto e la salute del consumatore. 

Piano di Auto Controllo HACCP

Il Piano di Autocontrollo deve essere elaborato secondo i principi del sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) che si basano sull’importanza di identificare il pericolo di contaminazione del prodotto in ciascuna delle fasi del ciclo produttivo, sull’adozione di opportune procedure di monitoraggio atte a prevenire, ridurre o eliminare il rischio di contaminazione e sull’applicazione di azioni correttive laddove tale rischio non risulti controllabile.

Principi HACCP

I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono sette:

  1. Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre
  2. Stabilire i punti critici di controllo (CCP – Critical Control Points) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio
  3. Identificare, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità
  4. Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo
  5. Intraprendere azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti)
  6. Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate
  7. Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.

Con il Decreto del 19 Febbraio 2018 dell’Assessorato della Salute Regione Sicilia, pubblicato in G.U.R.S. il 09/03/2018, sono stati definiti i nuovi criteri e le nuove procedure per la formazione del personale alimentarista adibito alla produzione, preparazione, confezionamento, manipolazione, trasporto, somministrazione e vendita di alimenti.

Linee Guida Haccp 

PROMOZIONE WEB

-15% su tutti i servizi con il codice sconto

“RIPARTIAMO15”

Chiamaci allo 091.6887668 o inviaci un Whatsapp al 338.5280975 con il codice “RIPARTIAMO15″ e attiva la promozione web

Per ricevere un preventivo dettagliato clicca qui

Open chat
Powered by